Capire la tua piattaforma di trading

La maggior parte delle piattaforme di trading si assomigliano per come organizzano le informazioni. Di solito, quando si apre una piattaforma di trading, l’area di prezzo è l’area più grande e che risalta di più sullo schermo.

Sotto l’area di prezzo di solito si vedono alcuni indicatori già preselezionati. Per ora, è sufficiente sapere che gli indicatori assumono i dati relativi ai prezzi dei grafici e trasformano i dati in informazioni visive come grafici, colonne o linee oscillanti.

Sotto gli indicatori, di solito ci sono informazioni sul vostro conto, operazioni passate e posizioni aperte. I traders fanno spesso riferimento a queste informazioni per avere una specie di bilancio sulla loro attività, per capire quanto stanno perdendo o guadagnando dalle loro operazioni.

La maggior parte delle piattaforme di trading offrono un ulteriore elenco con ulteriori strumenti di trading e altri indicatori sulla sinistra.

Il menu principale permette di accedere a tutte le funzioni. Di solito permette anche di trovare scorciatoie per selezionare tempi diversi, cambiare il modo del grafico o aggiungere direttamente indicatori.

Questo è fondamentalmente come sono state progettate la maggior parte delle piattaforme di trading. Naturalmente, si vedranno piccole variazioni tra una piattaforma e l’altra.

piattaforma trading

Leggere i grafici per principianti

Grafico a linee

Il grafico a linee è il grafico azionario che sembra così familiare perché si vede spesso in tv e sui giornali. Il grafico a linee permette di raggruppare tutte le informazioni sui prezzi in una sola riga. Il grafico a linee è utile quando si desidera ottenere un quadro più ampio, ma mancano un sacco di informazioni come vedremo nel punto successivo.

Grafici a barre

I grafici a barre sono per lo più utilizzati dai traders (soprattutto operatori tecnici) perché permettono di mostrare la volatilità e tutto il movimento dei prezzi, mentre la linea grafica solo permette di visualizzare il prezzo di chiusura.

grafico a barre

Candele giapponesi

Le candele giapponesi rappresentano tutto il movimento dei prezzi per il periodo selezionato. Ad esempio, se si guarda il grafico 1H (grafico a 1 ora), ogni candela rappresenta il movimento del prezzo in un’ora intera, mentre il grafico a linee dà solo un punto per ogni ora.

Una candela ha due elementi: il corpo reale e le ombre. Il corpo reale è la parte a forma di scatola che rappresenta la distanza tra il prezzo di apertura e quello di chiusura. Le ombre sono rappresentate da singole linee sottili che rappresentano il prezzo massimo e quello minimo nel lasso di tempo prescelto.

Gli intervalli di tempo

Gli intervalli di tempo descrivono l’orizzonte temporale delle informazioni di prezzo mostrate nel grafico. Gli intervalli di tempo possono essere mensile, settimanale, giornaliero (D1), 4 ore (H4), 1 ora (H1), 30 minuti (30min), 15 minuti (15min), 5 minuti (5min) e 1 minuto (1min).

Una candela con un intervallo di tempo di 4 ore contiene tutti i movimenti di prezzo in quelle 4 ore prese in considerazione. Una candela con un intervallo di tempo diario, rappresenterà invece tutti i movimenti di prezzo avvenuti in quella giornata.

Tipo di ordine

A Mercato

Gli ordini a mercato sono gli ordini tipicamente usati dai traders che iniziano. Quando si fa acquisto sul pulsante “compra” o “vendi” nella piattaforma di trading, si inserisce un ordine di mercato e la vostra operazione viene eseguita al miglior prezzo disponibile in quel momento. In sostanza, un ordine di mercato vi permette di operare subito nel momento nel quale si preme il pulsante.

Limite

Gli ordini limite sono fissati a un prezzo diverso dal prezzo corrente disponibile. Per esempio, l’azione di Apple ($APPL) è attualmente quotata a 109$, ma la si vuole acquistare quando il suo prezzo scenderà a 105$. Quindi si inserirà un ordine di acquisto con limite a 105% e una volta che il prezzo scende a 105$, l’ordine viene eseguito e si possono acquistare APPL per 125$. Ci sono 4 diversi tipi di ordine limite:

Buy limit – si compra ad un prezzo più basso di quello attuale

Sell stop – si vende ad un prezzo più basso di quello attuale

Sell limit – si vende ad un prezzo più alto di quello attuale

Buy stop – si compra ad un prezzo più alto di quello attuale

Pertanto, gli ordini limite permettono ad un trader di inserire un ordine di una operazione ad un prezzo specifico e non richiede che il trader attenda in modo attivo fin quando il prezzo tocchi il livello desiderato per chiudere l’operazione, perché verrà eseguita in modo automatico.

Limite Trading

Altri concetti relativi alla esecuzione degli ordini e alle informazioni di prezzo

Bid (Denaro) / Ask (Lettera) e Spread

La piattaforma di trading sempre mostra due prezzi: denaro e lettera. I seguenti punti spiegano le differenze:

  • Il prezzo denaro è sempre più basso di quello lettera.
  • Il prezzo denaro è il prezzo al quale può essere venduto lo strumento.
  • Il prezzo lettera è il prezzo al quale può essere comprato lo strumento.
  • La differenza tra denaro e lettera è lo spread.

Bid Ask Spread

Vi siete mai chiesti quale è il motivo per il quale, quando si inserisce un ordine, l’ordine non è mai al livello al quale il broker vi ha mostrato il prezzo prima? Questo dipende dalla differenza tra denaro e lettera. Per impostazione predefinita, la maggior parte delle piattaforme di trading mostrano solo il denaro, ma quando si entra in una operazione, il vostro ordine sarà collocato ad un prezzo superiore ovvero lettera. Il grafico di seguito, vi mostra la differenza dopo aver abilitato la visualizzazione del prezzo lettera.

Stop Loss

L’ordine di stop loss è uno dei concetti più importanti, permette infatti di chiudere un ordine quando si è in perdita, chiudendo la posizione in modo automatico.

Un ordine di stop loss consente di predeterminare le dimensioni delle tue possibili perdite. In questo modo, anche se non seguite assiduamente il vostro ordine in ogni momento, un ordine stop loss vi assicura che la vostra operazione si chiuder ad un livello determinato di prezzo.

Nota: in tempi di estrema volatilità, un ordine di stop loss potrebbe non attivarsi e le perdite superare l’importo originario previsto. Se si vuole evitare un tale scenario, si dovrebbe cercare un broker che offre stop garantito all’esecuzione degli ordini di perdita.

Un ordine stop loss non sempre funziona e a volte, il prezzo può andare ben oltre lo stop preimpostato. 

Stop Loss

Prendere il guadagno (take profit)

L’ordine di take profit è l’opposto dello stop loss. Quando il prezzo si muove a favore del trader, l’ordine take profit permetterà di chiudere in modo automatico un ordine ad un prezzo predeterminato e permetterà di realizzare i profitti.