Strumenti finanziari

 3.2

Spot

Gli investimenti effettuati nei mercati spot sono attivi immediatamente ed avvengono in modo istantaneo. Il mercato spot Forex è il più grande al mondo e la maggior parte degli investimenti al dettaglio nel settore Forex avvengono proprio qui. Quindi, che si stia effettuando un investimento attraverso il proprio broker abituale (cosi come vengono effettuate la maggior parte degli investimenti nel settore Forex) o che si stia semplicemente facendo un cambio valuta (durante le vacanze, o in banca), si sta effettivamente eseguendo una transazione, ed il tutto ovviamente è regolato direttamente sul posto.

Futures

Un contratto futures ti garantisce il diritto di poter acquistare o vendere titoli (materie prime, azioni, valute) ad un prezzo determinato a priori ed in una specifica data. I contratti future sono standardizzati in termini di dimensioni e quantità, a differenza dei contratti sulle opzioni. Un’altra differenza è che i contratti futures obbligano il titolare a rispettare i termini del contratto, mentre i titolari di opzioni possono scegliere se rispettare o meno il contratto, da qui il nome di ‘opzione’. Gli investitori che utilizzano investimenti futures devono girare i proprio contratti alla data di scadenza per evitare di doverli consegnare fisicamente, il che differenzia questo tipo di investimenti da quelli spot.

Opzioni

Le Opzioni, analogamente a quanto detto per i futures, sono contratti che permettono di comprare e vendere ad un prezzo prestabilito e ad una data futura decisa. Ciò nonostante, le dinamiche delle opzioni sono uniche e diverse da quelle degli investimenti futures e spot. Ci sono due tipi di opzioni:

Put option

Il compratore delle opzioni put può scegliere di vendere i titoli ad un determinato prezzo. Dovresti comprare un titolo put se ti aspetti che il prezzo debba scendere. Il venditore dell’opzione put deve invece rispettare i termini del contratto se il compratore decide di eseguire la sua opzione.

Call option

Il compratore di una opzione call può scegliere di comprare in futuro un titolo ad un determinato. Dovresti comprare un opzione call se ti spetti che il prezzo debba salire. Il venditore dell’opzione call deve rispettare i termini del contratto se il compratore decide di eseguire la sua opzione call.

A causa della possibilità di poter comprare o vendere opzioni, ci sono 4 possibili scenari:

  1. Opzione Put del compratore: posizione Bearish. Perdite limitate. Potenziali profitti illimitati. Richiede un prezzo maggiorato per poter essere acquistato.
  2. Opzione Put del venditore: posizione Bullish. Potenziali perdite illimitate. Profitti limitati. Il profitto è limitato dal prezzo aggiuntivo pagato dal compratore.
  3. Opzione Call del compratore: posizione Bullish. Perite limitate. Potenziali profitti illimitati. Richiede un costo aggiuntivo per poter essere acquistato.
  4. Opzione Call del venditore: posizione Bearish. Potenziali perdite illimitate. Profitti limitati. I profitti sono limitati dal prezzo aggiuntivo pagato dal compratore.

Opzioni binarie

Le opzioni binarie devono il loro nome al tipo di risultato (binario per l’appunto) che possono restituire per un investimento. Binario significa che è possibile solo guadagnare o perdere una quantità di denaro già stabilito. A differenza delle opzioni put e call, in cui le perdite potenziali possono essere illimitate per un venditore.

Il diritto di scegliere se eseguire o meno l’opzione non esiste per le opzioni binarie, che infatti scadono automaticamente. Le opzioni binarie hanno raccolto un bel po’ di consensi negli ultimi tempi proprio grazie alla loro semplicità.

Spreadbetting

Lo Spreabetting è molto simile al trading spot con qualche piccola differenza. Se nello spot trading decidi la dimensione del contrato (il numero di titoli che vuoi comprare o vendere), nello Spreabetting decidi invece quanto vuoi scommettere per ogni punto di movimento.

Per esempio, se vuoi comprare una coppia di valute perché ti aspetti che crescano, puoi definire che, per quella coppia e per ogni aumento sul singolo dollaro, punti 5 dollari. Quando la tua opzione sale da 100 dollari a 110 dollari, guadagni 50 dollari in quanto la coppia di valute ha avuto un aumento da 10 dollari, per ognuno dei quali hai scommesso e quindi guadagnato 5 dollari.

CFD

CFD sta per Contract for Difference ed è simile al trading spot con un paio di differenze e caratteristiche uniche che le differenziano:

  • E ‘possibile utilizzare la leva finanziaria nel trading CFD
  • Non esistono restrizioni shorting nella CFD
  • La maggior parte dei broker CFD non fanno pagare commissioni per i loro investimenti, anche se gli applicano lo spread.

Queste caratteristiche rendono il trading CFD particolarmente interessante per gli investimenti in borsa che di solito sono maggiormente regolati e richiedono un capitale più elevato per poter essere trattati.

Lezione Numero 3: Demo vs Trading Live – Quello che devi sapere