La guida definitiva all’uso di Fibonacci nel tuo trading

Chi non ha mai visto le ragazze in spiaggia gettarsi dietro i capelli bagnati, i fiori o le conchiglie, che formano delle perfette spirali di Fibonacci? Le persone dicono che le sequenze di Fibonacci sono un fenomeno naturale e che la loro presenza indica qualcosa di speciale.  La verità è che, per ogni spirale d Fibonacci che trovi per caso in giro, ce ne sono migliaia di altre che non riesci a vedere. E soprattutto, quando si parla di trading, le sequenze di Fibonacci non sono un modo infallibile per predire ed analizzare il comportamento di un prezzo, tuttavia, insieme ad altri concetti, sono senza dubbio in grado di portare grandi benefici, diventando a tutti gli effetti un valore aggiunto al proprio arsenale di trading, come vedrai tra poco.

Non è una questione di corretto o sbagliato

Spesso, i traders alle prime armi con le sequenze di Fibonacci, si preoccupano di utilizzarle male e non usano lo strumento Fibonacci in modo corretto. Posso assicurarti che non è una questione di corretto o sbagliato e soprattutto che molti traders li utilizzano in molti modi diversi. Quando stai per utilizzare Fibonacci, ci sono solo poche cose che devi sempre ricordare. Ma dopo averlo utilizzato per un po’, diventa tutto molto più semplice.

Passo 1 – trova un movimento “dal punto A al punto B”

Per usare Fibonacci, devi identificare un movimento “A a B” in cui puoi utilizzate lo strumento di Fibonacci.

Cosa si intende però con “A a B”?

A = l’origine di un nuovo movimento di prezzo. Di solito associati a oscillazioni tra alti e bassi, o massimi e minimi.

B= dove il movimento si ferma e inverte la prioria direzione.

I 4 screenshot che seguono mostrano un tipico movimento “A a B”

Ora applichiamo lo strumento di Fibonacci sul movimento A a B. basta selezionare lo strumento dalla tua piattaforma, selezionare il punto A, e trascinare la selezione fino al punto B e rilasciarlo.

Connettere un moviemnto A a B cone lo strumento di Fibanoacci.

 

Passo 2 – Trova il punto C

Dopo aver identificato il movimento da A a B e dopo averlo indicato con lo strumento di Fibonacci sui tuoi grafici, dovresti essere in grado di trovare il punto C.

C = il punto in cui il prezzo inverte la sua direzione e ritorna in quella originale.

Come puoi vedere, i primi 3 screenshots mostrano un tipico movimento ABC di un analisi con Fibonacci. Il punto C è molto evidente in tutti e tre i grafici ed il prezzo si mantiene in prossimità dei limiti calcolati con Fibonacci.

Il quarto screenshot mostra uno scenario in cui il prezzo non torna al livello B di Fibonacci, ma “rompe” il livello A. è importante capire che non tutti i movimenti dei prezzi si fermano ai livelli previsti con Fibonacci, ma, come si può vedere dal quarto grafico, questo strumento ci permette di identificare le aree di supporti e resistenze in modo eccellente. L’ultimo screenshot mostra chiaramente le reazioni dei prezzi a differenti livelli di Fibonacci durante la fase di analisi.

Consiglio 1: Prova e sbaglia

Soprattutto per i principianti, l’esercizio che segue vi aiuterà a costruire solide basi per poter utilizzare al meglio lo strumento Fibonacci: basta selezionare lo strumento e provare ad indicare diversi punti, mentre si osserva come il prezzo reagisce ad essi.

Consiglio 2: Non strafare con Fibonacci

Non è sempre possibile utilizzare questo strumento per dare senso ad un movimento di prezzo. Se non puoi utilizzarlo al meglio, non forzarlo. Il miglior utilizzo di questo strumento lo si ha quando non c’è bisogno di guardare troppo lontano.

Usare Fibonacci

#1 Analisi e rientri

L’utilizzo più comune dei livelli di Fibonacci è la scoperta di una strategia regolare. Dopo aver identificato il movimento “A a B”, presta attenzione alla scoperta del punto C.

#2 Supporti e resistenze

Un’altra possibilità nell’utilizzo di Fibonacci è quella di trovare un movimento AB-Fibonacci in un intervallo di tempo più grande, per poi diminuirlo in modo regolare per analizzare l’evoluzione dei livelli di supporti e resistenze.

Il primo screenshot mostra il timeframe del giorno del grafico EUR/USD. Come puoi vedere, c’è stato movimento regolare da “A a B”. Lo screenshot in fondo mostra la stessa analisi di Fibonacci ma su un intervallo di tempo inferiore, 4 ore. Come puoi vedere, i prezzi reagiscono in modo evidente ai livelli di Fibonacci.

#3 I livelli di Fibonacci per ottenere profitti

Finalmente, ora puoi utilizzare i livelli di Fibonacci per trarre i tuoi profitti. In particolare le estensioni di Fibonacci sono l’ideale per determinare i livelli di profitti in un trend. Le estensioni dei livelli di Fibonacci più utilizzate sono 138.2 e 161.8.

La maggior parte delle piattaforme di trading ti permettono di personalizzare i livelli. Di solito i parametri da indicare per aggiungere un livello di Fibonacci sono:

– 0.618 per l’estensione di Fibonacci 161.8

– 0.382 per l’estensione di Fibonacci 138.2

Conclusioni: Fibonacci è multifunzionale

L’articolo ha dimostrato come usare in modo efficiente Fibonacci nel tuo trading. Quindi, non fare l’errore di idealizzare Fibonacci e credere che sia superiore a qualsiasi altro metodo ed analisi. Senza alcun dubbio Fibonacci è uno strumento molto potente da usare ed è molto valido come strumento per ottenere delle conferme. Anche se sei un sostenitore dei trend o dei supporti e delle resistenze, Fibonacci è sempre un’ottima aggiunta al tuo arsenale per il trading.