Trading Forex Euro/Franco svizzero: Valore, Andamento e Quotazione

Il franco svizzero viene indicato nel Forex con la sigla CHF (le iniziali CH stanno per “Confoederatio Helvetica” e F indica il franco) ed è la valuta ufficiale della Svizzera e del Liechtenstein. Come ben si sa, si tratta di una moneta piuttosto forte, legata ad un’economia solida e finanziariamente stabile. Ciononostante, anche nella Confederazione la crisi finanziaria si è fatta sentire e il governo è stato costretto ad intraprendere recentemente delle misure di carattere macro-economico che hanno avuto un impatto sui mercati finanziari, come vedremo nei dettagli qui di seguito. Forte delle  caratteristiche del suo franco, la Svizzera ha da sempre tutelato la propria indipendenza in ambito monetario e politico, ed è per questo che ha scelto di non aderire all’Unione Europea e al progetto dell’euro, benchè abbia invece optato per l’adesione al trattato di Schengen.

Perché fare investimenti Forex sul tasso Euro/Franco svizzero?

Il franco svizzero è una moneta che mobilita una forte liquidità nei mercati internazionali e questo è dimostrato dal fatto che il CHF è la sesta valuta più utilizzata nel mondo, un dato sicuramente significativo, considerato che la Svizzera è un paese relativamente piccolo se confrontato con potenze mondiali come la Cina, l’insieme dei paesi dell’Eurozona o gli Stati Uniti. Ciò che rende la  sua economia così robusta non sono tanto le risorse del territorio, piuttosto scarse considerato il territorio impervio,  quanto un sistema produttivo prevalentemente basato sul settore terziario e dei servizi, specialmente quelli finanziari.

In tutte le piattaforme di trading online con il Forex, le coppie associate al franco svizzero occupano quindi una posizione di rilievo e tra queste vi è il cross EUR/CHF.  Sebbene questa coppia sia stata per anni sinonimo di una certa stabilità, negli ultimi mesi si sono verificati degli eventi finanziari che ne hanno accentuato in modo drammatico la volatilità, mentre ora la situazione sembra essersi nuovamente stabilizzata. Si tratta sicuramente di un cross da tenere costantemente d’occhio, dal quale si possono realizzare degli interessanti guadagni utilizzando gli strumenti di investimento più adatti.

Quotazione storica, andamento e valore cambio EUR/CHF

Osservando i valori storici del cambio EUR/CHF, salta agli occhi la variazione fatta registrare il 15 gennaio del 2015, allorquando si è passati dalla quotazione di 1,20 a quella di 0,99 nell’arco di poche ore. Un evento finanziario di grossa portata, che ha costituito un ribasso pari a quasi il 17% del valore e ha prodotto ingenti perdite nel mercato azionario della Borsa di Zurigo. Questo importante cambiamento nel rapporto di cambio con l’euro si è verificato in seguito alla decisione della Banca Centrale Svizzera di abbandonare il tetto di cambio minimo fissato a 1,20, tagliando inoltre di mezzo punto i tassi d’interesse sui depositi.

La quotazione EUR/CHF di 1,20 si era rivelata efficace nel proteggere le esportazioni elvetiche e il franco stesso, ma il mutato scenario economico ha convinto i vertici della Banca Centrale a definire una nuova rotta. Il nuovo tasso di cambio EUR/CHF, che dalla seconda metà del 2015 si è attestato sul valore di 1,07, ha sicuramente avuto un forte impatto sull’export svizzero, causando preoccupazione tra le aziende e le imprese elvetiche. Tuttavia, alla base di questa decisione vi è l’intenzione di garantire stabilità al sistema economico-finanziario svizzero: meglio aver agito al momento giusto, anche se patendo delle conseguenze non piacevoli, piuttosto che intervenire troppo tardi e subire delle ripercussioni ancora più negative, o peggio, non essere in grado di mantenere la situazione sotto controllo. Una condotta diretta quanto lucida, tipica del pragmatismo delle alte latitudini.

Come investire sul Forex con il cambio euro/franco svizzero

Chi volesse investire nella coppia EUR/CHF può farlo grazie agli strumenti finanziari messi a disposizione dai broker online. Possiamo acquistare o vendere CFD su questo cross, aprendo quindi una posizione lunga o corta. Ad esempio, possiamo acquistare 100 franchi svizzeri alla quotazione di EUR/CHF = 1,0710, impiegando così 107,10 euro; una volta che il valore sarà salito, diciamo a quota 1,0910, potremo cambiare i franchi in euro, ottenendo 109,10 euro e di conseguenza un profitto di 2 euro.

>>> Investi in CFD con Plus500! Subito 25 euro gratis, senza deposito.

Un altro ambito di azione basato sull’andamento delle valute internazionali è dato dalle opzioni binarie. Con queste non speculiamo direttamente sul rialzo o sul ribasso delle quotazioni associate ai cross, ma esprimiamo un pronostico sull’andamento dei prezzi. Se questo si rivelerà corretto, allo scadere della deadline prefissata, avremo ottenuto il nostro profitto, calcolato in base ad una percentuale sull’importo investito. Così, se ad esempio decidiamo di investire 100 euro con un’opzione “alto”, profitto del 80% e scadenza alle ore 11:00 sulla coppia EUR/CHF, quotata 1,0750 alle ore 10:00, otterremo 80 euro se il valore del cross supererà la quota prefissata all’ora stabilita. In caso contrario, avremo perso l’importo investito, a meno che il broker non ci avesse concesso una percentuale di ritorno nell’eventualità di una perdita, generalmente pari al 15 % o 20 %.

>>> Il Forex EUR/CHF migliore in assoluto è con 24Option, grazie al bonus fino a 2.500 euro.