Cosa sono i CFD e come si acquistano

Cosa sono i CFD?

Il termine CFD sta per Contract For Difference, ovvero “contratto per differenza” in italiano. Si tratta di un contratto per lo scambio della differenza di uno strumento finanziario tra il momento in cui il contratto è stato aperto al momento in cui il contratto è stato invece chiuso.

Definizione: cos’è un CFD?

In poche parole significa che l’investitore sceglie un mercato su cui vuole investire ma, al posto di acquisire fisicamente il mercato in questione (azioni, materie prime ecc.) stipula un contratto con il broker online di CFD in questione. Il contratto stipulato ripete esattamente il guadagno o la perdita che il mercato subirà realmente durante il periodo di negoziazione. CFD sono uno strumento per fare trading in grande crescita in quanto è un’alternativa flessibile al più tradizionale metodo di fare trading, ovvero quello di acquistare direttamente i titoli.

Come funzionano i CFD

Assumiamo che tu decida di acquisire 1000 azioni Apple. Potrai farlo affidandoti ad un broker, pagando il valore totale delle azioni che intendi comperare e pagando una commissione al broker. Alternativamente, puoi utilizzare un broker online, come ad esempio Plus500, e acquistare 1.000 CFD di azioni Apple, al loro valore di mercato. Ovviamente per aprire questo contratto dovrai avere un deposito che servirà a coprire eventuali perdite. Potrai quindi decidere di vendere le tue azioni quando lo vorrai, ottenendo un guadagno o limitando le perdite. CFD sono un veicolo di investimento flessibile. Se il contratto che hai stipulato non ha data di scadenza, potrai decidere liberamente quando chiudere la tua posizione e ottenere un guadagno.

Aprire una posizione

Quando si decide di acquistare delle azioni e stipulare un CFD, sulla piattaforma di trading online verrà chiesto il numero di unità che si desidera acquistare (numero di azioni) e successivamente sarà data la possibilità di inserire lo “Stop limit”, ovvero l’importo massimo a cui si desidera vendere le unità acquistate e il “Stop loss”, ovvero la perdita massima che si è disposti a sostenere per le unità acquistate. A questo punto l’investitore potrà decidere quando chiudere la posizione.

Prossimi passi

Per una più dettagliata informazione relativa alle meccaniche del trading CFD, dai un’occhiata si nostri esempi CFD e CFD in dettaglio.