Meglio CFD o opzioni binarie?

CFD Opzioni Binarie scelta

CFD e opzioni binarie sono i due prodotti maggiormente commercializzati nell’ambito del trading online e non a caso ogni giorno si apre un bivio con tanti interrogativi per gli utenti che sono intenzionati a cominciare questa innovativa avventura nel campo degli investimenti via web. Per risolvere la questione abbiamo approfondito il tema, in modo da fornirvi tutte le informazioni (tra cifre e qualità) per far sì che possiate scegliere la via più adatta alle vostre esigenze.

>>> Fai trading online di CFD su Plus500: ricevi 25€ di bonus senza deposito!

Cosa hanno in più i CFD

Quando un trader opta per i CFD sceglie di rimanere nell’ambito dei classici investimenti, senza staccarsi troppo dall’acquisto diretto dei titoli, ma allo stesso tempo tenendosi al passo con le tecnologie che consentono di operare al cento per cento su internet in perfetta autonomia. In sintesi, i contratti per differenza hanno due tipi di vantaggi, rispetto alle opzioni binarie e alle compravendite che hanno preceduto l’era del web.

  1. Sono migliori delle opzioni binarie perché non possono in alcun modo apparire all’utente in veste di “scommesse”, fattore che invece rischia di influenzare il trading binario, dove si fanno affermazioni sullo sviluppo del prezzo di un asset, aspettando poi il termine fissato per capire se si è giunti al guadagno o alla perdita totale dell’importo investito. Nel caso dei CFD, invece, l’utente simulerà a tutti gli effetti l’acquisto di un bene quotato nei mercati internazionali, guadagnando (o perdendo) in proporzione alle variazioni percentuali di prezzo tra il momento dell’acquisto e quello della cessione finale del contratto.
  2. Hanno vantaggi anche rispetto agli investimenti diretti in azioni e obbligazioni, addirittura in modo più evidente rispetto al primo caso analizzato. Ciò avviene prima di tutto per l’ampia scelta a disposizione del trader, che tramite il broker di fiducia potrà contare su titoli di Borsa di ogni genere, oltre ad altri frangenti come indici, Forex e commodities, il tutto con un solo account. In secondo luogo risulta interessante l’aspetto economico: prima eravamo abituati a pagare commissioni su acquisti e vendite, costi che invece sono quasi assenti con i CFD, dove dobbiamo limitarci a pagare al broker soltanto una piccola quota di spread tra i prezzi di acquisto e vendita validi per i contratti.

I punti di forza delle opzioni binarie

CFD Opzioni Binarie

Fin qui abbiamo visto la supremazia dei CFD, ma attenzione ai punti di convenienza delle opzioni binarie, che agli occhi di alcuni utenti risultano migliori rispetto agli eterni rivali sul campo del trading online.

Chi può preferire le opzioni binarie? Prima di tutto coloro che cercano un’esperienza totalmente diversa dagli investimenti in Borsa, pur senza rinunciare ad agire nei mercati dove da sempre sono abituati a speculare e ambendo inoltre a margini di guadagno di gran lunga superiori e ottenibili in tempi molto brevi. Esistono, a questo proposito, opzioni binarie a 60 secondi che nell’arco di un solo minuto consentono all’utente di incassare all’incirca il 70-80% dell’importo investito, in caso di successo della previsione.

Un altro fattore positivo è nell’azzeramento totale delle spese di commissione e gestione dell’account. Le opzioni binarie non prevedono spread e l’uso delle piattaforme con i grafici, come d’altronde avviene con i CFD, è completamente gratuito.

CFD migliori rispetto alle opzioni binarie?

CFD

Arriviamo alla risposta conclusiva alla domanda che ci siamo posti nel titolo del nostro articolo: meglio CFD o opzioni binarie? Rimanendo fermi su quanto detto nella fase iniziale, ossia sul fatto che la scelta dipende in base alle preferenze dell’investitore (in funzione dei punti di forza descritti sopra per i CFD e quelli che invece favoriscono le opzioni binarie), chiudiamo con un nostro parere sulla questione, assolutamente contestabile ma frutto dell’esperienza maturata sul campo.

I broker di contratti per differenza ci forniscono un senso di sicurezza maggiore rispetto a quelli che operano nel settore del trading binario, dove spesso si rischia il tracollo per una previsione sbagliata di un millesimo percentuale. E se il prezzo da pagare è un piccolo importo di spread, allora capiamo che vale veramente la pena scegliere i CFD, ottenendo così un trading sano e adatto ad ogni singola esigenza, dai principianti che vogliono puntare ai loro primi piccoli guadagni ai più esperti che preferiscono rischiare qualcosina in più (cosa fattibile grazie alla leva finanziaria) e ambire a rendimenti percentuali particolarmente evidenti anche nel breve periodo.

>>> Compara i migliori broker di CFD con licenza CONSOB adesso!