Trading CFD: la guida definitiva

Guida trading CFD

Guida completa al trading CFD, per scoprire bene cosa sono i contratti per differenza e come comprarli online, fino ad approfondire con argomenti tecnici come strategie e metodi di investimento. Non ci limiteremo a fornirvi le principali basi teoriche su quest’attività, considerata dai trader più esperti come una delle più redditizie in assoluto, perché entreremo anche nei pensieri più comuni dei principianti, rispondendo ai luoghi comuni dove i CFD vengono etichettati come “truffa” e agli investitori che sono indecisi se optare per un broker di questo genere oppure per siti web di opzioni binarie.

CFD, cosa sono e come si acquistano

Il significato di CFD è letteralmente Contract For Difference, termine inglese che tradotto in italiano diventa, come è noto, contratto per differenza. Così, si arriva facilmente ad intuire che cosa sono i CFD: strumenti derivati con i quali è possibile fare trading online su tantissimi mercati, collegati alla Borsa internazionale e non solo, visto che la quasi totalità dei broker del settore tratta anche la quotazione di materie prime, indici, valute e molto altro ancora. Clicca su Cosa sono i CFD e come si acquistano per maggiori dettagli.

Come mai derivati?

Parliamo di contratti derivati perché un trader che, ad esempio, desidera investire su un certo quantitativo di azioni della Apple, non procederà con l’acquisto diretto delle stesse, ma andrà ad acquisire un contratto che replica fedelmente l’andamento sul mercato dell’asset sottostante, ovvero (nel nostro esempio) le azioni Apple. Il vantaggio si avrà in termini economici e soprattutto temporali, perché eviteremo di sbrigare le pratiche burocratiche legate all’acquisto diretto di titoli, operando sempre e comunque da internet.

Come acquistare contratti per differenza nel trading CFD

I contratti per differenza si possono acquistare dopo aver completato la registrazione presso uno dei tanti broker online di CFD, che grazie alla concorrenza offrono spesso invitanti bonus in fase di iscrizione, variabili in funzione del primo deposito che andrete ad effettuare con carta di credito o altri metodi di pagamento via web. A volte si arriva perfino al cento per cento, ricevendo perciò un importo bonus pari a quanto si è realmente versato.

Strategie per il trading in CFD

Strategie CFD trading

Le migliori strategie per fare trading con i CFD non vanno affatto sottovalutate, proprio perché la mancata conoscenza di una tecnica con la quale investire può comportare il fallimento soprattutto per utenti alle prime armi. Generalmente, le piattaforme dei broker di contratti per differenza offrono un supporto completo per applicare strategie di due generi:

  1. Strategie di previsione. Sono utili per capire come si muoverà il prezzo del nostro asset nel breve e nel medio periodo. Applicando metodi come supporti e resistenze (rappresentati con un apposito grafico) e medie mobili, possiamo capire quando è il momento giusto per speculare sui CFD in quanto si attende uno sviluppo favorevole.
  2. Strategie basate sulla volatilità. Il metodo delle Bande di Bollinger corrisponde ad una delle più grandi scoperte dell’analisi tecnica basate sullo studio della volatilità, un argomento che non può passare inosservato a coloro che investono online con i CFD. Durante le sessioni di trading, ci saranno sempre assets più propensi a bruschi cambiamenti in positivo o negativo (dovuti a ciò che avviene nel mondo dell’economia) e altri che, invece, sono contornati da indecisione e valori stabili. Per guadagnare è necessario puntare sul primo genere di assets, ovvero quelli più volatili: su questo fronte intervengono così le Bande di Bollinger, volte a misurare con esattezza la volatilità dei beni d’investimento in ogni istante.

La leva finanziaria nel trading

Il trading CFD presenta una particolarità non da poco rispetto alle altre modalità di investimento online, che in molti casi si rivela come un aspetto positivo, ma è necessario fare attenzione soprattutto quando trader inesperti ne abusano senza avere ben chiaro in mente il meccanismo su cui si basano i contratti per differenza. Stiamo parlando della leva finanziaria, strumento che contraddistingue i contratti per differenza e che, come detto, può trasformarsi in un sogno così come (purtroppo) in un incubo difficile da cancellare. Vediamo perché e come è possibile trarre soltanto gli aspetti positivi della leva.

  1. I benefici della leva finanziaria nel trading CFD. Inutile nasconderlo: la leva finanziaria è la caratteristica che maggiormente contribuisce a far guadagnare enormi cifre agli investitori più lesti ed esperti. Al contrario dei comuni investimenti, infatti, investendo in un CFD possiamo decidere di aumentare gli effetti di crescita e calo di valore sul mercato. In altri termini, con una leva elevata si possono incassare capienti somme anche a seguito di variazioni percentuali di poco conto.
  2. I rischi della leva finanziaria. Arriviamo ai punti dolenti della leva, facilmente immaginabili se si capisce il significato di quanto detto nel primo punto. Oltre a moltiplicare le variazioni positive, infatti, questo strumento può talvolta rivelarsi la causa di perdite devastanti, quando le nostre previsioni non vengono rispettate. Il rimedio? Fare molta attenzione a non cedere alla foga e ragionare sempre prima di scegliere rapporti di leva troppo alti, contenendo il rischio se non si ha il massimo grado di fiducia sulla previsione che si sta effettuando, o semplicemente se non abbiamo già maturato tanta esperienza nel ramo del trading online.

Perché fare trading con i CFD

Perché fare trading in CFD

Sono tantissimi i motivi che possono spingere un utente ad iscriversi presso un broker e cominciare a fare trading con i CFD. Qui sotto vi elenchiamo i principali.

  1. Possibilità di investire con rendimenti elevati e veloci. I CFD sono noti per la rapidità con cui è possibile raggiungere profitti anche molto invitanti, proprio grazie al meccanismo di leva finanziaria descritto nel paragrafo precedente.
  2. Autonomia. Non dovrete rendere conto a nessuno: non ci saranno né intermediari e né consulenti finanziari tra voi e le vostre decisioni. Chiunque, purché con età minima di 18 anni, è libero di iscriversi presso un broker e cominciare ad investire dove ritiene opportuno.
  3. Sicurezza. Per agire regolarmente online, i broker devono rispettare severi parametri imposti loro da grandi enti di regolamentazione (CySec, Consob e FCA sono tre dei principali esempi) e dalla direttiva MiFID dell’Unione Europea.
  4. Tante piattaforme. Potrete investire online quando e dove volete e sempre con la massima qualità a disposizione, visto che ormai la totalità dei broker è in grado di offrire ai suoi utenti piattaforme compatibili con computer di qualunque genere (Mac compresi), con o senza l’installazione di software, oltre all’immancabile offerta di app gratuite per smartphone e tablet.
  5. Grande scelta tra i mercati. Con un unico account, un trader può scegliere di optare per il mercato azionario/obbligazionario oppure per il Forex, o magari tentare la via delle materie prime (metalli compresi), indici di Borsa e molto altro ancora.
  6. Bonus con o senza deposito. Ovunque è possibile approfittare di agevolazioni tramite bonus sul primo deposito. Talvolta vengono addirittura offerte poche decine di euro senza deposito, per cominciare a mirare ad alti incassi senza aver effettuato alcun versamento.
  7. Supporto del broker ai nuovi iscritti. I principianti possono stare tranquilli, perché i migliori broker di trading CFD non lasciano gli utenti in mano al caso: ebook gratis, video tutorial, seminari online, calendario economico e molti altri strumenti di formazione sono i migliori strumenti per cominciare la propria attività cominciando subito a guadagnare.

>>> Fai trading online di CFD su Plus500: ricevi 25€ di bonus senza deposito!

Dove fare trading di CFD

Per fare trading online con i CFD bisogna effettuare un’iscrizione sul sito di un broker regolamentato. Se ne trovano a bizzeffe su internet, perciò fate molta attenzione a scegliere quello più conveniente in base alle vostre esigenze (in funzione di particolari soglie come deposito minimo e importo minimo accettato per ogni singolo acquisto), alternando questo fattore alla qualità della piattaforma e del portale di riferimento.

Dopo la registrazione con tutti i vostri dati personali, sarà necessario inviare la scansione di un documento ed effettuare un deposito tramite uno dei metodi di pagamento accettati (generalmente si procede con carta di credito, bonifico bancario o PayPal), per cominciare così la propria carriera di trader.

>>> Compara i migliori broker di CFD con licenza CONSOB adesso!

Guadagnare con il trading in CFD

Guadagnare trading CFD

A proposito di carriera, l’obiettivo sarà ovviamente quello di guadagnare con il trading CFD cifre considerevoli e con intervalli di tempo più brevi rispetto alle classiche modalità di investimento, sfruttando così i punti chiave che contraddistinguono questa attività.

Per avere profitti continui senza lasciare che gli investimenti positivi siano soltanto episodi casuali è necessario fare scelte ragionate, basate su tecniche con probabilità di riuscita superiore alla media. Gli ingredienti fondamentali, che qualsiasi utente principiante deve reperire grazie alle risorse offerte dai broker, sono di vario genere ed hanno come punto di incontro la teoria dei contratti per differenza.

  1. Strategie. Sono sempre l’arma principale per evitare errori di valutazione. A volte possiamo attendere uno sviluppo di mercato che in realtà non ha fondamenti: in questi casi, soltanto l’utilizzo di una strategia scientifica (medie mobili, Bande di Bollinger, candele giapponesi, ecc.) può portarci sulla strada giusta.
  2. Calendario economico. In esso sono contenute tutte le notizie di economia che possono interagire (portando presto variazioni da tenere d’occhio) con i mercati presi in considerazione dal broker di trading.
  3. Guide di trading CFD. La rete è piena di broker con ebook gratis e pagine web contenenti essenziali teorie sui CFD, per capire come funzionano e come sfruttarli per guadagnare con i relativi mercati, apprendendo anche i fondamenti che sono alla base delle strategie di trading. Alcuni portali di investimento in contratti per differenza propongono addirittura seminari in diretta streaming, con lezioni sui più interessanti argomenti dal mondo del trading.
  4. Video tutorial. Per capire come usare le piattaforme di trading l’uso di una guida potrebbe non essere sufficiente, perciò molti broker rimediano con video tutorial pratici, dove vengono illustrate passo dopo passo tutte le modalità d’uso dei software.

Trading CFD opinioni

Sono contrastanti le opinioni degli utenti che hanno provato il settore dei CFD. E’ bene andarle a capire entrambi i casi, perché generalmente sui siti web si trovano giudizi altamente positivi o negativi.

  • Opinioni positive. A scriverle sono generalmente i trader più esperti, che dopo aver capito il meccanismo dei contratti per differenza hanno imparato a guadagnare con una certa continuità. Ovviamente nessuno è infallibile, ma se si effettuano sempre scelte ragionate si giunge sempre ad ottimi margini di profitto, specialmente a lungo andare.
  • Opinioni negative. La grandissima maggioranza delle opinioni in cui il trading viene etichettato come un sistema per spillare soldi ai naviganti è scritta da utenti inesperti che sono stati ingannati dalla facilità di creare un account e iniziare subito a mirare verso guadagni considerevoli.

I trading in CFD sono una truffa?

Trading CFD è truffa

Da quanto detto alla fine del paragrafo precedente, rispondiamo ad un dubbio amletico che avvolge i nuovi utenti: il trading CFD è una truffa o una reale possibilità di fare soldi sul web? Che voi crediate o no al nostro punto di vista, con la massima sincerità vi raccomandiamo che, scegliendo un broker regolamentato ed evitando di avventarsi sui CFD senza alcun criterio (al contrario, bisogna prima attraversare un essenziale periodo di formazione), le soddisfazioni arrivano e anche presto, scoprendo che di truffa non c’è veramente traccia.

Meglio i CFD o le opzioni binarie?

Se è risultato molto semplice rispondere alla domanda che ci siamo posti sul fatto che i CFD siano o meno una truffa, non così semplice è dare una risposta definitiva a chi si trova indeciso nella scelta tra contratti per differenza e opzioni binarie. Le proprietà di questi due colossi del trading online sono molto differenti.

  • I CFD sono contratti derivati che replicano il prezzo di un asset e consentono agli utenti di investire con leva finanziaria.
  • Le opzioni binarie sono strumenti che danno al trader l’opportunità di fare affermazioni sull’evoluzione del prezzo di un asset. Selezionando sin da subito l’istante di tempo in cui finirà l’investimento e scegliendo una previsione (salita o discesa di prezzo, intervallo di cifre in cui cadrà il valore dell’asset al termine dell’orizzonte, “tocco” o “non tocco” di una soglia specifica, ecc.), si guadagnerà la posta in palio in caso di successo. Altrimenti, si andrà a perdere l’importo dedicato al trading.

Alcuni utenti potranno preferire i CFD e altri le opzioni binarie, in base alle loro specifiche esigenze, ma fatto sta che i contratti per differenza rimangono la via più adatta per replicare gli investimenti che potevamo effettuare anche prima dell’era internet, sfruttando le nuove tecnologie per un’esperienza dalle opportunità più invitanti (in termini di profitti raggiungibili e qualità delle piattaforme) e completamente autonoma, fattore che abbatte il costo delle commissioni e che è in grado di offrire all’utente una soddisfazione personale unica.

>>> Fai trading online di CFD su Plus500: ricevi 25€ di bonus senza deposito!