Opzioni Above/Below


Nonostante il nome possa far pensare a qualche strana e sconosciuta opzione binaria, in realtà l’opzione Above/Below è tra le opzioni più trattate del mondo in quanto corrisponde semplicemente alla denominazione più diffusa in assoluto dell’opzione High/Low, e ne scopriamo ora le caratteristiche.

Che cos’è un’opzione Above/Below?

L’opzione Above/Below è di fatto la più diffusa opzione binaria utilizzata dai trader, anche se poco conosciuta in quanto reperibile sotto differenti denominazioni, quali ad esempio opzione Call/Put o High/Low. In questo caso parliamo quindi di un’opzione dal funzionamento molto semplice, che non richiede un’elevata conoscenza del trading e che, proprio per questo, è molto amata anche dai trader poco esperti.

Come funzione l’opzione Above/Below?

Da buona opzione binaria, la Above/Below si basa sul concetto del “cash or nothing”, ovvero del tutto o niente, basandosi in particolare sull’idea di prevedere, al momento della sottoscrizione, l’andamento di un capitale scelto. In pratica al momento della sottoscrizione, l’investitore non deve stabilire una soglia limite, sia essa in ribasso o in rialzo, che il capitale scelto deve superare entro la data di scadenza, ma deve piuttosto stabilirne semplicemente l’andamento, prevedendo se il valore del capitale considerato al momento della sottoscrizione sarà maggiore o minore del valore dello stesso alla data di scadenza. Con questa è possibile quindi speculare tanto al rialzo quanto al ribasso, ottenendo un guadagno in caso di previsione corretta che può raggiungere la quota dell’85% dell’investimento iniziale.

È bene ricordare che scegliendo questa opzione è possibile calcolare da subito sia l’importo del possibile guadagno che della possibile perdita, quest’ultima in funzione dell’informazione relativa al recupero delle perdite indicata dai broker per il determinato investimento.

Qualche consiglio per utilizzare l’opzione Above/Below

Le opzioni Above/Below, così come le altre opzioni binarie, sono generalmente basate sulle tendenze a breve termine e per questo hanno una durata molto breve, che varia da pochi minuti a qualche ora. Per questo motivo inoltre è necessario, se non fondamentale, quando si vuole utilizzarle, interessarsi ai soli momenti di particolare accelerazione o comunque di inversione della tendenza.

Un esempio per capire meglio

Ammettiamo per puro esempio che il calendario annunci la pubblicazione alle ore 10:00 delle scorte di petrolio americane e che si presagisca un ribasso di queste quote. È lecito pensare che tale annuncio sia seguito da un rialzo del capitale in questione. A questo punto non vi serve altro che sottoscrivere un’opzione pochi minuti prima delle 10:00 e di durata molto breve, ad esempio 15 minuti. Se il prezzo del capitale sarà aumentato in quel lasso di tempo, e molto probabilmente lo sarà, avrete il vostro guadagno.