Opzioni Brevi/Lunghe


Tra gli aspetti più importanti da considerare al momento della sottoscrizione di una qualsiasi opzione binaria, non può di certo non essere citato l’aspetto relativo alle scadenze. Queste in particolare possono variare in base al broker ed al capitale in questione potendo essere brevi, come accade nella maggior parte dei casi, o lunghe, molto meno frequenti.
È bene ricordare che quando si decide di investire su un capitale è necessario tenere in enorme considerazione l’aspetto delle scadenze per determinare la strategia migliore da adottare e la migliore opzione da utilizzare.

Come trattare una scadenza breve?

Come detto, la maggior parte delle scadenze che si incontrano sulle piattaforme di trading sono di durata breve, pari al massimo a qualche minuto e solo in pochi casi ad un’ora, oltre la quale si comincia a parlare di scadenza lunga.

Le scadenze brevi hanno dalla loro parte il fatto di prevedere delle percentuali di guadagno anche molto alte, che sfiorano in certi casi la quota dell’85%. Inoltre permettono di effettuare una quantità maggiore di investimenti in un lasso di tempo breve, aumentando sensibilmente la redditività complessiva. Non bisogna comunque mai sottovalutare la grande difficoltà che può comportare una previsione a brevissima scadenza, ed è quindi sempre necessario utilizzare una strategia ben precisa.

Questa strategia si basa in particolare sull’analisi di quegli strumenti che permettono di valutare l’andamento del capitale, come i grafici in tempo reale ed il calendario economico. Il primo è fondamentale per analizzare l’andamento di un capitale e per rintracciare quei momenti di forte tendenza, al rialzo o al ribasso, del capitale, mentre il secondo per prevedere i momenti di forte cambiamento delle tendenze dei capitali coinvolti in annunci o pubblicazioni di varia natura.

Come trattare invece una scadenza lunga?

Le scadenze a lunga durata sono generalmente meno frequenti di quelle a breve durata, e pur presentando notevoli vantaggi, come ad esempio la maggiore facilità nel prevedere le tendenze di un dato capitale, devono comunque essere utilizzare con una precisa strategia.

Questa volta infatti, a differenza di quanto avviene per le scadenze a breve termine, si deve utilizzare una strategia molto più simile a quella adottata per il trading classico che non tiene più conto di tutti i micromovimenti ma solo dell’andamento generale. Per poter prevedere tale andamento è necessario studiare lo storico del capitale e rintracciare momenti passati nella storia del capitale stesso simili a quello attuale, in modo da valutarne un possibile andamento.