Quali sono i vari tipi di Opzioni Binarie


Come abbiamo avuto modo di dire in precedenza, un’opzione binaria non è altro che uno strumento finanziario a doppio stato, dando la possibilità all’investitore di scegliere due risultati completamente opposti. Ma quali sono i tipi di opzione binaria più diffusi? I tipi di opzioni binarie che di norma vengono offerte dai broker sono i seguenti:

  • Opzioni alto/basso, anche definite sopra/sotto o call/put
  • Opzioni tocca o non tocca, anche chiamate one touch
  • Opzioni range o anche intervallo o boundary
  • Opzioni a 60 secondi

Opzioni alto/basso

Le opzioni alto/basso sono delle opzioni dal meccanismo molto semplice, basato in sostanza sul prevedere se un dato capitale avrà al termine di un certo lasso di tempo stabilito, in genere di breve durata, un valore maggiore o inferiore rispetto a quello che aveva al momento della sottoscrizione dell’opzioni stessa. Queste opzioni quindi sono in effetti le più semplici da utilizzare, ragion per cui sono di fatto associate a percentuali di guadagno più basse rispetto ad altre tipi di opzioni binarie.

Opzioni tocca o non tocca

Nonostante siano per certi versi molti simili alle opzioni alto/basso, le opzioni tocca/non tocca sono profondamente differenti dalle prime. Queste opzioni infatti si basano sul determinare se entro la data di scadenza stabilita in fase di sottoscrizione dell’opzione, un dato capitale avrà o meno raggiunto un valore fissato dal broker. La differenza tra i tipi di opzioni binarie si fa quindi molto evidente. Se da un lato le opzioni alto/basso richiedono di stabilire semplicemente se al termine di un arco temporale il capitale scelto avrà un valore maggiore o minore rispetto a quello che aveva in fase di sottoscrizione, dall’altro le opzioni tocca/non tocca richiedono di stabilire se il valore di quel dato capitale toccherà o meno una certa soglia entro una data stabilita. In questo caso le percentuali di guadagno sono direttamente proporzionali alla complessità dell’opzione, ovvero alla soglia, più o meno elevata, fissata dal broker, arrivando a toccare anche soglie del 400-500%.

Opzioni intervallo

Le opzioni intervallo sono forse tra le meno utilizzate, seppur offrano guadagni molto simili a quelli offerti dalle opzioni tocca/non tocca. Queste opzioni consistono nel prevedere alla data di sottoscrizione ovviamente, se il valore di un dato capitale rimarrà entro un certo intervallo di valori determinato dal broker, o se ne uscirà al di fuori entro la data di scadenza stabilita. Anche in questo caso il guadagno è legato alla difficoltà dell’opzione ed in particolare alla grandezza dell’intervallo. Maggior è l’intervallo infatti, minore sarà la percentuale di guadagno in quanto più semplice l’opzione.

Option builder

Sono delle vere e proprie opzioni personalizzabili, grazie alle quali l’investitore può decidere il capitale su cui investire, la data di scadenza, il profitto ed il livello di rischio, oltre ovviamente al tipo di previsione da effettuare.

Opzioni 60 secondi

Infine le opzioni 60 secondi. Queste in realtà sono semplicemente una variante delle opzioni alto/basso di cui ne seguono in ogni aspetto le meccaniche, se non per la durata dell’investimento. Nelle opzioni 60 secondi infatti tale durata è ovviamente di 1 solo minuto, il che permette a queste opzioni di garantire grandissimi margini di guadagno a scapito però di un enorme rischio in termini di perdita del capitale investito. Sono infatti opzioni adatte ai soli trader più esperti per la difficoltà nel determinare in così poco tempo l’andamento del capitale.