Strategia di trading: le fasi laterali del mercato

Le borse internazionali offrono quotidianamente numerose opportunità di trading che possono essere sfruttate per guadagnare con le opzioni binarie. Non è necessario essere dei geni matematici o traders esperti, ciò che serve per cogliere al volo queste opportunità è solo una buona capacità di osservazione dei grafici di prezzo o candlestick.

La prima cosa da osservare è il prezzo, che rappresenta l’indicatore fondamentale per fornire al trader le informazioni migliori e più dettagliate. Il prezzo è visibile sul grafico candlestick, un particolare tipo di grafico che permette di osservare nel dettaglio il comportamento.
Il grafico candlestick è formato da candele che indicano quattro aspetti fondamentali ci una sessione: prezzo di apertura, prezzo di chiusura. Minimo di sessione, Massimo di sessione.
Questi sono, senza dubbio,i fattori più importanti da analizzare e valutare quando si decide di fare un investimento nel mercato.

L’obiettivo del trader è quello di osservare l’andamento del prezzo a caccia delle inversioni di tendenza. Tali inversioni avvengono generalmente, anche durante l’arco della giornata e, se ben sfruttate, possono determinare un guadagno considerevole a fronte di rischi minimi.

Come riconoscere graficamente una fase laterale

Adesso vi illustreremo nel dettaglio una strategia di trading basata su una tecnica semplice, che vi consentirà di massimizzare il profitto sfruttando le fasi laterali del mercato.

Il mercato non si muove in maniera causale, ma segue sempre 2 direzioni: la direzione rialzista e la direzione ribassista. Come anticipato nel precedente paragrafo, il 90% delle opportunità di trading sono condensate nel passaggio da una fase ad un’altra, da una fase rialzista ad una fase ribassista o viceversa, le famigerate inversioni di tendenza. Tra il passaggio da una fase ad un’altra generalmente è presenta una terza fase in cui il prezzo oscilla tra due estremi, tale fase viene chiamata: fase laterale.

La fase laterale è quindi una fase di transizione, la cui durata dipende dal time frame che si usa: le fasi laterali che si verificano in time frame maggiori (H1, D1, W1) portano a movimenti di prezzo di durata maggiore, al contrario, le fasi laterali che si verificano in time frame minori (M1, M10, M30) portano a movimenti di prezzo di breve durata.

Strategia Fase Laterale

Fase laterale nel dettaglio

Nella fase laterale il prezzo oscilla tra due valori estremi, posti graficamente su due linee parallele che rappresentano gli estremi del movimento di prezzo. Quando il prezzo infrange uno dei due estremi avviene la rottura della fase laterale, con il conseguente movimento direzionale.

Solitamente la fase laterale è caratterizzata da una inversione della precedente tendenza, ma l’investimento deve essere effettuato solo quando tale fase viene infranta e mai prima. Al momento della rottura il volume cresce in maniera esponenziale, in caso contrario prestate molta attenzione perché potrebbe nascondere un falso segnale.

Strategia Fase Laterale 2

Rottura ribassista: nel caso in cui il prezzo rompa a ribasso la fase laterale è conveniente investire denaro in opzioni binarie di tipo Put, ponendo particolare attenzione alla scadenza, che deve essere direttamente proporzionale al time frame in cui si presenta il segnale.

Strategia Fase Laterale Rottura Ribassista

Rottura rialzista: nel caso in cui il prezzo rompa a rialzo la fase laterale è conveniente investire in opzioni binarie call, sempre ponendo attenzione alla scadenza.

Strategia Fase Laterale Rottura Rialzista

Ulteriori consigli per sfruttare al massimo una fase laterale

  • L’RSI è un parametro oscillatore che permette all’investitore di valutare i movimenti di prezzo nelle fasi laterali. Alla rottura della trend line di supporto, l’RSI si trova in una zona definita di ipervenduto. Quando questo indicatore si trova in ipervenduto e il prezzo buca o infrangeil supporto, allora, significa che ci troviamo di fronte ad una inversione di tendenza.
  • A bucare la trend line di supporto non è stata una candlestick classica, ma una long candle, ossia, una candela che presenta un corpo molto lungo. Tale candela definisce un preciso atteggiamento degli investitori. Se una candela del genere buca una trend line significa, molto spesso, che siamo di fronte ad una inversione di tendenza.