Strategie di trading: come investire sull’indice FTSE 100

FTSE100 Header
Fare trading con gli indici di borsa può diventare una strada molto proficua per gli investitori. Quest’oggi vogliamo focalizzare la nostra attenzione sull’FTSE100, ovvero quell’indice che misura le prestazioni delle 100 società a più elevata capitalizzazione nella Borsa di Londra, e viene scambiato come attività derivata nel mercato delle opzioni binarie.

Nelle piattaforme di trading spesso viene denominato anche indice UK. Ma prima di tutto cerchiamo di individuare i fattori portanti che possono influenzare il movimento giornaliero dell’indice FTSE100.

Premessa: l’Inghilterra ha deciso di non entrare a far parte dell’UE ma ne resta pur sempre il partner commerciale principale. Da questo si può dedurre che le prestazioni del FTSE100 sono collegate a quelle egli altri mercati europei. Ad avere un impatto diretto sulle prestazione del FTSE100 sono diversi tipi di comunicati che vengono diffusi: dati produttivi relativi al Regno Unito, dati immobiliari, resoconti sul PIL del Regno Unito, dati e decisioni sui tassi d’interesse, rapporto trimestrale di inflazione BoE e dati relativi all’inflazione CPI, PPI.

Trading sul FTSE100

Sull’indice FTSE100, dobbiamo sin da subito chiarire, che i metodi convenzionali di analisi tecnica che abbiamo visto anche in altri nostri articoli, funzionano e anche bene. Le strade da percorrere sono diverse perché si possono utilizzare grafici strutturati, candelieri, ma anche analisi tecnica sui livelli di supporto e resistenza per impostare le transazioni  sull’FTSE100.

Prendiamo il caso, ad esempio di voler fare una trade a salita/discesa con FTSE100. Funzionerà quando opereremo tenendo conto degli elementi di novità che arrivano dai comunicati (vedi sopra) che vanno ad influenzare in un modo o nell’altro le prestazioni. A differenza della Trade per l’indice giapponese, che segue quello dell’indice degli Stati Uniti, per l’FTSE100 non si possiede una chiara direzione dell’operazione e oltretutto non è neanche poi così facile intuire in quanto i suoi orari di negoziazione sono gli stessi degli altri mercati europei. Dunque diventa fondamentale concentrare la maggior parte del proprio tempo ad utilizzare i comunicati del Regno Unito studiando durata degli effetti annuncio e impostare le scadenze in questo modo.

FTSE100 Segnale Rialzo

Gli operatori possono utilizzare anche punti chiave di supporto e resistenza per fare trading in questo particolare mercato. L’FTSE100 ha dei livelli relativamente bassi di volatibilità rispetto ai suoi pari giapponesi o statunitensi e dunque questo tipo di opzione binaria può essere utilizzata per negoziare su indici con risultati più prevedibili. Certo, servirà parecchio tempo per riuscire ad avere la dimestichezza necessaria che vi consentirà di comprendere fino in fondo come funziona questo particolare settore della borsa di Londra. Probabilmente ai primi approcci farete qualche errore, ma l’importante resta sempre quello di non fare operazioni troppo rischiose che metterebbero a repentaglio il vostro capitale. Magari prima di iniziare ad investire sull’FTSE100 vi consigliamo di concentrarvi sui mercati giapponesi e statunitensi. Considerate questo primo step come una sorta di training che vi permetterà di “farvi le ossa”. Una volta consapevoli di avere tutte le conoscenze necessarie potrete fare il salto di qualità e passare alla Borsa di Londra.